Romina Bassu

Romina Bassu, classe 1982, nasce a Roma, città in cui vive e lavora.
Studia presso l’Accademia di Belle Arti di Roma e presso la Facultad de Bellas Artes de Sevilla.
Nel 2004 inizia la sua collaborazione come assistente nello studio di Alberto di Fabio e in quello di Cristiano Pintaldi. Dopo soggiorni a Londra e Berlino si è trasferita in Spagna per dare vita al progetto Archivio anonimo che parte da una minuziosa ricerca di foto antiche che evocano il passato. Il progetto viene esposto nel 2013 presso la Galleria Manuel Alés, nella Sala Rafaél Argelés de la Fundación de Cultura José Luis Cano e presso la Sala Rivadavia, Diputación de Cádiz. Nello stesso anno è stata selezionata come finalista all’edizione del Premio Combat.

L’artista descrive con pennellate veloci e sintetiche personaggi legati a un ruolo sociale convenzionale, stereotipati e statici come nature morte. Un campionario di individui immersi in un’estetica anni Cinquanta, che vela le composizioni pittoriche di un’atmosfera nostalgica, evocativa di un immaginario collettivo. C’è sempre un elemento assente, un pezzo che manca, una rimozione nei volti e nelle espressioni, a creare un momento di rottura che, a sua volta, genera una certa inquietudine in chi osserva. L’ultimo ciclo di opere riflette su un modello culturale che impone alle donne di apparire eternamente piacevoli.
Tra le ultime partecipazioni si segnalano: Promises – solo show, Galleria Marcolini, Forlì; Social utopia / Studi aperti, XII edizione, Ameno; Bubbles between lines, ZAION Gallery, Biella; Isoipse /progetto di COLLA, Galleria Moitre, Torino; Carte Blanche, Galerie Olivier Nouvellet, Parigi; Artefiera 2016, Bologna; Group psychology (and the analysis of the ego), Galleria Marcolini, Forlì; Camera doppia #1, XXS/aperto al contemporaneo, Palermo; Book Art Project, Fondazione Pastificio Cerere, Roma; Premio Francesco Fabbri per le Arti Contemporanee 2015, Villa Brandolini, Treviso; ArtVerona 2015; Mnemosyne, Meb arte studio, Novara.
Nella primavera del 2017, vince il premio ARTFORARTSSAKE, a Berlino. Nel giugno dello stesso anno, espone un’opera presso il Museo G. Fattori, a Livorno, nell’ambito della mostra dei finalisti del Combat Prize.

Opere esposte nell’ambito della mostra Where Are We Now? – disponibili su KOONESS.com

Dipinti disponibili su ARTSY / Available paintings on ARTSY

Facebooktwittergoogle_plusyoutubeinstagram